Il gatto del rabbino

Ho finito da poco di leggere la nuova edizione di “Il gatto del rabbino”, uscita da Rizzoli 24/7, che raduna le prime tre storie (erano uscite per Kappa, se non ricordo male) scritte e disegnate da Joann Sfar sulle vicende del gatto Moujroum, che appartiene ad un rabbino di Algeri e che dopo essersi mangiato il rumoroso pappagallo di casa, acquisisce il dono della parola.

Il gatto parlante (non per molto, in verità…!) mette subito alla prova il rabbino padre della sua padrona Zlabya, con una serie di discussioni sull’ebraismo, poi passa a più generali discussioni sugli uomini (e le donne..!) fino a seguire il rabbino a Parigi, per conoscere la famiglia del nuovo marito di Zlabya.

L’atmosfera è molto gentile e piacevole, è quella di inizio Novecento dei fumetti di Hergè (Tin Tin, per intenderci!) ma l’Algeria e Algeri hanno una marcia in più per quanto riguarda la capacità di evocare e “uscire dallo sfondo”, e i dialoghi sono quelli che ci si aspetta da una storia ambientata in mondo ebraico, pieni di un umorismo sottile e misurato. Insomma un bel lavoro, che guadagna punti in questa nuova edizione, per cui applaudo ancora Rizzoli 24/7.

Explore posts in the same categories: autori, fumetti, graphicnovel, sfar

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: