La trilogia Nikopol di Enki Bilal

Enki Bilal è uno degli autori che ha portato il fumetto contemporaneo ad essere una vera e riconosciuta forma d’arte. Le sue storie, che spesso scrive e disegna completamente da solo, sono visioni intricatissime, rese vive e vivide da una capacità grafica eccezionale. Bilal, originario di Belgrado, è cresciuto a Parigi mentre il fumetto underground esplodeva grazie al gruppo degli Umanoidi Associati animato da Moebius, e alla loro rivoluzionaria rivista Metallo Urlante.

Sicuramente dovremo parlare ancora e più volte di questi personaggi, ma oggi voglio raccontarvi di quella che secondo me è l’opera più visionaria di Bilal, la Trilogia Nikopol.

Il protagonista della vicenda, Alcide Nikopol, è un dissidente ibernato da trent’anni in una prigione-robot a Parigi, dopo aver disertato dall’esercito di una Francia controllata da una dittatura fascista, in un futuro da Blade Runner. All’avvicinarsi del momento delle elezioni-farsa che come sempre dovranno confermare il regime, appare in cielo un’astronave a forma di piramide. Dentro ci sono esseri alieni che corrispondono alle divinità egizie, e in particolare c’è Horus, che per riuscire a mantenere l’immortalità dovrà fecondare entro sette giorni una donna terrestre, servendosi come suo tramite di un umano… che finirà per essere Nikopol, dis-ibernato e liberato dalla sua prigione all’apparire della piramide. In questo modo però l’ex dissidente, acquisiti temporaneamente i poteri divini di Horus, ha anche la possibilità di saldare qualche vecchio debito nei confronti della dittatura che l’ha condannato tanti anni prima – e di farsi qualche nuovo nemico…

Il disegno di Bilal tratteggia questo mondo futuro pieno di ricchi obesi e sfiniti, di macchinari sporchi e di disperati in mezzo alla strada, con la leggerezza visionaria che è anche di Moebius, ma aggiunge il suo stile personale, sporcando e rendendo più sgradevole l’immagine, inquadrando i visi e i particolari in un modo tutto suo:

bilal

Insomma la trilogia Nikopol, come del resto tutta l’opera di Bilal – a partire dal primo titolo, il fantastico Le falangi dell’ordine nero, storia di partigiani e antifascisti che si rimettono all’opera tanti anni dopo – è una di quelle letture che vanno considerate obbligatorie se si vuole avere una visione del fumetto di oggi.

Come è successo tante volte, anche dalla Trilogia è stato tratto un film (tra l’altro, con una co-produzione italo-francese), con la regia dello stesso Bilal a trasporre i suoi fumetti sullo schermo… Ovviamente gli effetti speciali, rivisti qualche anno dopo, già segnano il passo, e più in generale Immortal ad vitam non ha convinto i critici per tanti motivi – ma comunque a me non è affatto dispiaciuto, anche se è decisamente più semplicistico della versione su carta – del resto, è l’autore stesso a giudicare il film “un sogno che ha avuto origine dal fumetto”:

[dal film: Horus esce dalla piramide…]

Il film, del 2004, tra l’altro è uscito anche in Italia ed esiste in dvd (io l’ho trovato in videoteca, e nemmeno una delle più fornite…), quindi come sempre DOPO aver letto il fumetto, provate anche voi a noleggiarlo e a vedere la differenza.

Explore posts in the same categories: autori, bilal, fumetti, graphicnovel, nikopol

2 commenti su “La trilogia Nikopol di Enki Bilal”


  1. […] got game Uno dei fumetti più cliccati di questo blog, la Trilogia Nikopol di Enki Bilal, è da poco diventato un videogioco per PC grazie al (lungamente atteso…) adattamento di Got […]


  2. […] mi ricapitava poi tra le mani la c.d. “Trilogia di Nikopol” di Enki Bilal, con le sue “pillole abrasive della […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: