Archivio per ottobre 2007

Anche la JLA in film? Intanto godiamoci i fan-movies…

21 ottobre 2007

Dopo la raffica di film Marvel degli ultimi anni (e quelli già annunciati per i prossimi: Iron man, Thor…) è chiaro che in casa DC non potevano stare a guardare – è anche per quello che sono prosperate le miniserie come Smallville – ma del resto è stata proprio DC a dare il via ad una nuova ondata di film-dai-fumetti dopo i classici del passato, concedendo ormai tanti anni fa le licenze su Batman – e credo che pochi, in percentuale, abbiano riconosciuto in V for Vendetta o Sin City titoli del catalogo DC comics.
Da molti mesi ormai si parla di una risposta DC comics che porterebbe in scena in un unico film, addirittura tutta la Justice League of America: Superman, Batman, Wonder Woman, Aquaman, Flash e Lanterna verde.

Uno dei grossi problemi era se mettere insieme, oltre agli eroi, anche gli attori che li hanno interpretati, perlomeno Christian Bale (Batman begins) e Brandon Routh (Superman returns). A quanto pare non sarà possibile, ma almeno un regista pare che ci sia. Dunque… cominciamo ad aspettare – intanto YouTube si è riempito di trailers fatti in casa per il film della JLA – provate a farci un giro, scrivete trailer e Justice league e fatevi un po’ di risate…

La cosa incredibile di questo fenomeno, quello che chiamano dei fan-movies, è che a volte i prodotti sono davvero efficaci e visionari, e all’altezza dei personaggi originari come e magari più dei film ufficiali che vengono prodotti col benestare delle case di fumetti. Del resto… si sa che i fans sono i veri depositari dello spirito delle serie a fumetti!

Uno dei maestri di questa strana, nuova forma di tributo ai fumetti, è Sandy Collora con i suoi Collora Studios: i suoi dieci minuti scarsi di Batman: dead end girati cinque anni fa sono già un mito, e si possono scaricare direttamente dal suo sito – fatevi un giro, e ditemi cosa ne pensate.

Iron man 2008

21 ottobre 2007

Come avevamo già anticipato, è in preparazione il film su Iron man che prende le mosse dal restyling del personaggio, da Extremis in poi (anche se, immaginiamo, lasciando fuori Civil war e il ruolo di Iron man nell’ultimo evento crossover di casa Marvel).

Fa sempre un po’ impressione la riattualizzazione dei personaggi per “riallinearli” al tempo in cui si narrano le loro storie, e di conseguenza fa effetto sentir parlare Tony Stark come un dirigente della Hollyburton (anche se…), o semplicemente sentirlo alludere a myspace – e fa sicuramente più impressione il fatto che non manchino mai guerre “sporche” più recenti in cui ricollocare la storia delle sue origini…

In ogni caso questo è il teaser del film, previsto in uscita il 2 maggio prossimo:

Alex Ross torna a Marvel… per il nuovo Cap

20 ottobre 2007

Ebbene sì… dopo lunga permanenza a casa DC comics, il grandissimo Alex Ross riprende a collaborare con Marvel – prima per la serie Vendicatori / Difensori, e adesso… per il design del nuovo Capitan America.

Come forse saprete (se no… leggetevi l’ultimo post sull’argomento), la fine della Guerra civile degli eroi Marvel ha avuto come unico vero sconfitto finora proprio Capitan America… che si incammina verso una sua saga personale, il cui risultato (se ancora non ne avete avuto notizia…) per i curiosi è svelato proprio alla fine del post citato sopra.

A questo punto diventava necessario ridefinire il personaggio… ed eccoci qua: sono pronte le bozze di Ross, il nuovo Cap “metallizzato” apparirà negli Usa da Gennaio, come da annuncio ufficiale Marvel. Cosa ne dite?

Per me le tonalità sono un po’ troppo “fredde” e luccicanti, ma il colore freddo credo sia l’eredità che Alex Ross si sta portando dietro dalla sua permanenza DC – e poi… si, avete visto bene: è proprio una pistola, quella.

Leggetevi il sito ufficiale Marvel e… intanto aspettiamo la pubblicazione in Italia dei prossimi episodi chiave dedicati a Cap!

Pyongyang

20 ottobre 2007

Qualcuno fa paragoni con Persepolis, a me è subito venuto in mente Joe Sacco… in ogni caso il reportage a fumetti di Guy Delisle sulla capitale della Corea del Nord che mi ha prestato il mio amico Lele, è una lettura eccezionale:

Delisle, fumettista canadese “globalizzato” suo malgrado (o così ci racconta…) segue la produzione di cartoni animati tratti da fumetti, nei laboratori low-cost coreani, dove squadre di disegnatori passano giornate davanti a Photoshop a creare tutti i fotogrammi intermedi delle animazioni (tra cui anche quelle di Corto Maltese, che Delisle definisce monumento della nona arte…) – così poi in Occidente “i bambini si risparmieranno lo sforzo di leggere i fumetti e la maggior parte di loro crederà che siano nati per la tv, come è successo a Tintin” – come spiega lui stesso in una vignetta. Il disegno in bianco e nero – anzi meglio in grigio e nero, trasmette perfettamente il buio, il grigiore e lo squallore che Delisle racconta: un soggiorno di lavoro guardato a vista da interpreti e guide, trasformato (nella più pura tradizione di tutti i regimi) in un’occasione di propaganda, con una full-immersion tanto profonda nel regime orwelliano di Kim Il Sung e di suo figlio Kim Sung Jil, da essere alla fine anche comica nella sua tragicità.

(altro…)

Nonno Che

9 ottobre 2007

Quarant’anni fa veniva giustiziato in Bolivia Ernesto Guevara de la Serna, il Che.Era nato nel 1928, oggi avrebbe 79 anni. Un nonno.

E invece è morto nel 1967, e come tutti gli eroi che si rispettino (quelli, per capirci, che “sono sempre giovani e belli” come dice la canzone),  su di lui è stato detto e scritto (e anche girato…) tutto e il contrario di tutto – quindi non sto a tediarvi, ognuno ha gli strumenti per decidere da sè. Al di là di tutto, dico che mi stupisce come un idolo delle folle di un periodo tramontato da decenni, continui a testimoniare di sè e della sua storia resistendo ai mille e mille tentativi di mercificazione che su di lui più che su chiunque altro si sono accaniti col passare del tempo.

Non credo però che si possa considerare mercificazione, il “romanzo grafico rivoluzionario” dal titolo CHE che adesso, in questo anniversario tondo, viene ripubblicato da Rizzoli nella sua meritoria collana 24/7:

(altro…)

Questo non è un fumetto.

6 ottobre 2007

  


Free Burma!