Archivio per marzo 2008

Effetti collaterali della lettura di fumetti – su Giap

22 marzo 2008

L’ho sempre detto, che questa malattia per i disegni con le nuvolette può fare male alla salute.

In seguito al post su Wheeling e allo scambio di commenti con (addirittura!) uno dei grandiosi Wu-Ming autori di Manituana, in testa è rimasta l’idea di tenere l’attenzione desta sui fumetti “del West”. Poteva finire in un post su Tex Willer e i suoi pards, dato che tra l’altro c’è in edicola una storia nuova che parla dei Buffalo soldiers… e il mio cuore che batte a ritmo di reggae e si agita per Posse (quello di Van Peebles, naturalmente!) spinge per parlarne.

Invece poi c’è stato un altro scambio con i Wu Ming, su un effetto collaterale della lettura di fumetti, che ho visto ad una mostra e mi ha folgorato – loro hanno inserito lo scambio nel n.21 / 2008 della loro newsletter Giap, e quindi tanto vale parlarne anche qui!

(altro…)

Annunci

Matrix comics

7 marzo 2008

Una bellissima sorpresa, l’uscita nei 100% Cult Comics di Panini / Marvel Italia della serie di fumetti ambientata nel mondo (eccezionale!) dei film Matrix, e pubblicata in originale diversi anni fa (2003, se non sbaglio).

Si tratta in verità del primo volume di una serie, in cui intorno al concept dei fratelli Wachowski si  sono radunati alcuni dei mostri sacri del fumetto contemporaneo per produrre storie brevi ambientate tra il futuro mondo reale di Zion e l’allucinazione consensuale chiamata Matrix. Il mio giudizio generale è molto alto, sarà perchè sono un superfan di Matrix, ma anche perchè vedere Sienkiewitcz, Gibbons, Gaiman, Ruth (per dirne solo alcuni) alle prese col mondo della matrice è davvero esaltante.

(altro…)

Un anno a Watchmen

6 marzo 2008

Una incredibile impennata nelle letture dei vecchi articoli relativi alla realizzazione del film su Watchmen mi conferma che la Rete si è accorta della notizia: manca un anno esatto all’uscita del film.

[Rorshach – foto di scena]

La “data di scadenza” è bene in evidenza sul sito ufficiale del film, insieme a foto, anticipazioni e video della creazione dell’opera che in tanti aspettiamo al varco, per vedere se effettivamente sarà rispettata la lettera e lo spirito di uno dei fumetti più importanti della storia delle nuvole parlanti.

  

Da quello che si vede, almeno le immagini sembrano molto fedeli (del resto, David Gibbons ha visitato il set…) – questo però succedeva anche per 300 e per Sin City, per fare due esempi, ma con esiti molto diversi per quanto riguarda la fedeltà al “senso” dell’opera.

Intanto andatevelo a leggere, Watchmen: è una pietra miliare, sta dietro ai vari Civil War o Kingdom come, per esempio – quindi male non può farvi… 😉