Vendicatori Invasori

…non è l’ennesimo insulto al gruppo di Stark, ma una bellissima miniserie scritta (e per una volta non disegnata… ma la scuola rimane) da sua maestà Alex Ross, già annunciata tempo fa e da situare subito dopo la morte di Cap alla fine della Guerra civile Marvel. E’ uscito il primo numero (di tre) e già ci sono cose toccanti:

Gli Invasori sono il primo supergruppo Marvel, ossia l’unione di Cap e Bucky con Namor, con la Torcia umana originale, e con Toro – il primo eroe mutante, con poteri simili alla Torcia (oltre agli eroi inglesi come Spitfire e capitan Bretagna, che qui si vedono solo di striscio). Se avete letto il capolavoro di Ross, “Marvels”, avrete presente come lì si racconta in modo toccante la vicenda di questa prima Torcia, da fenomeno da baraccone a eroe contestato e problematico, già in perfetto stile Marvel – e qui nello stile grafico e nelle vignette ci sono ampie citazioni di quella storia.

Ma non sono soltanto le citazioni da uno dei più bei fumetti di sempre, a fare interessante e toccante questa serie. Gli Invasori stanno combattendo i nazifascisti a monte Cassino, e poi per un qualche strano effetto si trovano a New York, nel mezzo di una battaglia tra l’Uomo Ragno e i Thunderbolts che cercano di arrestarlo perchè “eroe non registrato”.

E’ già fantastico vedere i vecchi eroi, riconosciuti da qualche anziano passante che sgrana gli occhi per l’incredulità, dare dei fascisti ai Thunderbolts (che in effetti…), ma che effetto può fare, quando arrivano i Vendicatori a intimare la resa degli Invasori, e Cap scambiando Ironman con il superumano nazista Iron Cross risponde… “ok Asse, arriviamo!” ?

Di fatto, i superiori poteri e la tecnologia di Stark fanno sì che gli invasori (tranne Namor…) vengano arrestati e trasportati sull’elivelivolo – mentre Stark che ha appena finito di piangere Cap ucciso, se lo ritrova davanti in tutto il vigore della sua giovinezza e in tutta l’animosità del migliore spirito libertario americano…

Mentre l’Uomo Ragno torna dai suoi Vendicatori segreti, che hanno capito  la questione e decidono di intervenire per liberare gli Invasori e tentare di ripristinare il continuum a modo loro, Namor fronteggia sè stesso da adulto e scopre la distruzione di Atlantide e la diaspora del suo popolo, ma non riesce a convincere nè il sè adulto, nè tantomeno il suo popolo, a seguirlo nella lotta in superficie. Poi si scopre anche che, oltre agli invasori, anche una giovane recluta che stava combattendo con loro, non si sa come, si è trovata nel 2008, e ha ritrovato il sè stesso adulto e anziano, a cui chiede conto degli anni trascorsi…

Durante l’immancabile, ennesima battaglia sull’elivelivolo Shield tra i due gruppi di Vendicatori, Bucky (che darebbe “il braccio destro per rivedere combattere Cap…”) evade e libera il suo eroe; intanto Toro, sottoposto ai soliti esperimenti – per – capire – come – funziona il suo fattore mutante, riesce a riprendersi e con l’aiuto di Bucky si libera a sua volta; la Torcia invece scopre che il personale Shield… è formato in gran parte da androidi come lui, i Life Model Decoys – che anzi lo rispettano come un antenato venerabile, e gli chiedono di intervenire a salvarli, dato che lo stesso Stark li considera pedine sacrificabili nella battaglia in corso…

in effetti la battaglia infuria, e gli androidi Shield sul ponte dell’elivelivolo vengono distrutti a decine – Pugno d’Acciaio sta per cadere di sotto, scagliato da Ares, ma un giovane Namor provvidenziale si ricongiunge al suo gruppo arrivando in volo, e salvandolo….

Bucky riesce finalmente a strappare a Stark lo scudo di Cap (fantastiche anche qui le battute del futuro nuovo Cap: “uno solo può portare questo scudo”…), lo lancia a Cap ma sbaglia le misure – e lo scudo cade davanti al mausoleo di Lincoln, sorvolato in quel momento dalla nave Shield. Arriva a recuperarlo, come una specie di spada nella roccia… il nuovo Cap, ossia Bucky stesso!!!

E’ proprio lui che dopo questo episodio decide di intervenire, riportando lo scudo sull’elivelivolo e prendendo in disparte Bucky, che data l’uniforme non sa di stare parlando con sè stesso… e si prepara a grandi rivelazioni nel prossimo numero!

Explore posts in the same categories: bucky, capitanamerica, civilwar, comics, fumetti, marvel, ross, spiderman

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: